HIGH JEWELERY NECKLACE IN PLATINUM WITH ROSE-CUT DIAMONDS AND PAVÉ SET DIAMONDS BVLGARI. PH. ROBERTO PATELLA
TESTO
IMMAGINE DI APERTURA

Bramante / Sorrentino – Retorica in monili, l’architettura di Roma e storie di cinema

Venti rubini del Mozambico – l’esemplare al centro raggiunge una dimensione fuori standard per le pietre che si trovano nell’area dell’Oceano Indiano – Bvlgari Cinemagia

Il Bramante nacque nei pressi di Urbino nel 1444, arrivò a Roma dopo un periodo milanese – dove diede impulso al Rinascimento lombardo, alla Corte di Ludovico il Moro (mentre Leonardo disegnava i cigni). Per realizzare il tempio romano al Montorio, Bramante si basò sul tholos, una forma classica tradizionalmente dedicata agli eroi: idonea per Pietro, eroe cristiano, primo pontefice e fondamento della Chiesa romana. Con la sua opera il Bramante segnò la storia dell’architettura del Rinascimento, e una svolta nella sua carriera: aveva realizzato uno spazio tridimensionale nuovo rispetto alla prospettiva bidimensionale del Quattrocento. Commissionatogli dal Re di Spagna come scioglimento di un voto, il tempio è situato in un complesso conventuale di una congregazione spagnola – ancora oggi una parte degli edifici intorno alla costruzione è sede dell’Accademia di Spagna.

Nei meandri di questo luogo appartato vaga Jep Gambardella, scrittore in crisi di identità personale e intellettuale, in una scena del film del 2013 di Paolo Sorrentino La Grande Bellezza. Il corpo cilindrico costituisce la cella del tempio, la cui muratura è scavata da nicchie decorate con conchiglie, mentre sulle 16 colonne corre una trabeazione che rispetta le indicazioni date da Vitruvio per l’ordine dorico – un fregio decorato con triglifi e metope. L’interno della cella, che ha un diametro di 4 metri e mezzo, si sviluppa in due piani – la costruzione è soprastante una cripta circolare, cui si accede con scale esterne realizzate nel Diciassettesimo secolo (forse vestigia di un edificio preesistente, al cui centro sarebbe stata piantata la croce del martirio, asse ideale della costruzione). Una bambina – Francesca – si è nascosta lì sotto, la mamma la cerca. Jep cammina intorno al Tempio, vi entra, guarda in terra e scorge Francesca attraverso una grata di ferro. Il regista gioca con le prospettive – simmetrie, sopra e sotto – come se il Bramante avesse saputo che nel giro di mezzo millennio una cinepresa si sarebbe servita della sua costruzione come scenografia. Bvlgari ha lavorato in gioiello il colonnato geometrico del tempietto nella serie di monili Roman Secrets, parte della collezione di alta gioielleria firmata da Lucia Silvestri e ispirata al cinema, Cinemagia – appunto, una retorica tra Bramante e Sorrentino. Gli archi del tempio sono replicati in oro, mentre le gemme lisce simulano la forma della cupola e citano i mosaici colorati in marmo degli interni.

HIGH JEWELRY NECKLACE IN PINK GOLD WITH 3 CABOCHON CUT RUBELLITES, 4 CABOCHON CUT TOURMALINES, 5 RUBELLITE BEADS, 4 AMETHYST BEADS, PAVÉ SET MANDARIN GARNETS AND PAVÉ SET DIAMONDS BVLGARI. PH. ROBERTO PATELLA
HIGH JEWELRY NECKLACE IN PINK GOLD WITH 3 CABOCHON CUT RUBELLITES, 4 CABOCHON CUT TOURMALINES, 5 RUBELLITE BEADS, 4 AMETHYST BEADS, PAVÉ SET MANDARIN GARNETS AND PAVÉ SET DIAMONDS BVLGARI. PH. ROBERTO PATELLA

Poco distante dal Tempietto del Bramante, dal Fontanone del Gianicolo si vedono i pini di Roma, i campanili, i tetti, la storia millenaria che si adatta alla modernità. Un cinese in visita si allontana dal gruppo di compagni di viaggio per avvicinarsi alla balaustra e scattare una foto – non regge la vista, muore colpito da un malore nella sceneggiatura di Sorrentino. Assiste alla scena, dalle finestre rettangolari che si aprono su tre dei sei archi del Fontanone, un coro che si esibisce in I Lie di David Lang. Gli archi occupano la metà inferiore della struttura, sopra una grande iscrizione testimonia la realizzazione dell’acquedotto – fatto costruire da Paolo V all’inizio del Diciassettesimo secolo per approvvigionare di acqua le aree a destra del Tevere.

Gli archi che si sviluppano dai ponti lungo il Tevere sono replicati in oro, sfumando in diverse tonalità di blu – delle tanzaniti e delle acquemarine – Tiber Reflections. Il Tevere è scenografia, luogo adatto per le passeggiate solitarie di riflessione di Jep, come per l’amore di Joe e Anna – Gregory Peck e Audrey Hepburn sul set di Vacanze Romane, 1953. Fu con l’istituzione del corrispettivo italiano degli Oscar, i David di Donatello, che la storia di Bvlgari si legava a doppio filo con quella del cinema. La Casa romana realizzò le statuette in calca d’oro e le targhette con incisa l’immagine della scultura, dal 1956 al 1959 – vincevano la prima edizione Vittorio De Sica, Walt Disney e Gina Lollobrigida, Migliore Attrice per Donna più bella del mondo (Marylin Monroe vinse quella del ’58, per il film diretto da Laurence Olivier Il Principe e la Ballerina). Le trame del grande schermo che hanno legato Roma al resto del mondo si fanno monili.

Regalo di Richard Burton per il suo quarantesimo compleanno – era il 1972 – lo zaffiro cabochon sugar-loaf di 65 carati, è un design geometrico originale con uno smeraldo a taglio ottagonale di oltre 24 carati. Elizabeth indossava Bvlgari durante le riprese di Mercoledì delle ceneri, del 1973, portava lo zaffiro cabochon. Cinque anni prima, nel 1968, sul set di Scogliera dei desideri compariva con la collana di smeraldi che Burton le donò per il fidanzamento. Le pietre prima del design, sfruttando la manifattura. Un pezzo della collezione presenta venti rubini del Mozambico, e raggiunge il valore economico più alto: tra questi, l’esemplare al centro raggiunge una dimensione fuori standard per le gemme dell’Oceano Indiano. Un bracciale orologio di zaffiri e diamanti al taglio baguette porta il decoro su ogni dettaglio nello spessore minimo, tagli sottili e lineari come schegge o scaglie di serpente – è stato necessario oltre un anno per realizzarlo.

Fill this form for weekly updates from LAMPOON

WE UPDATED OUR PRIVACY POLICY AND OUR COOKIE POLICY.

WE USE COOKIES, INCLUDING THIRD-PARTY COOKIES, FOR OPERATIONAL PURPOSES, FOR STATISTICAL ANALYSIS, TO DISPLAY PERSONALIZED CONTENT, TO DISPLAY ADVERTISING TARGETED TO YOUR INTERESTS AND TO ANALYZE THE PERFORMANCE OF OUR ADVERTISING CAMPAIGNS. COOKIES ARE ALSO USED TO CONTROL YOUR PAYMENTS THROUGH OUR ANTI-FRAUD PROVISION. BY CONTINUING TO BROWSE THE SITE, YOU AGREE TO OUR USE OF COOKIES.
PLEASE LEAVE